fbpx
Facchinetti_3-e1627371975839.jpg?fit=1024%2C552&ssl=1

Luglio 27, 2021 Testimonial

Questa dannata pandemia dovrebbe averci stampato a fuoco nella testa una verità: che la Salute non è soltanto un diritto, ma anche e soprattutto un dovere. Il dovere di tenere sempre alta la guardia nei confronti delle potenziali minacce capaci di compromettere la nostra integrità psicofisica. «In quest’ultimo durissimo anno e mezzo ognuno di noi l’ha sperimentato: basta un niente, un nemico invisibile che alza la cresta da un giorno all’altro, ed eccoci in prima linea seriamente impegnati a difendere il benessere quotidiano. E allora io dico: non snobbiamo la prevenzione. Tuteliamoci con attenzione costante». È la voce – e che voce! – di uno strepitoso artista: Roby Facchinetti, compositore e tastierista dei mitici Pooh.


ARRIGOSACCHI©ph.PaoloBiava-2013-e1603884244801.jpg?fit=1200%2C963&ssl=1

Ottobre 28, 2020 Testimonial

“Sto bene al mondo e cerco di starci il più possibile. Per questo credo nella prevenzione, per difendere la salute. E per difendersi bene bisogna attaccare”. Si riconosce subito da queste parole lo stile di Arrigo Sacchi, 74 anni, allenatore della squadra di calcio (il Milan tra il 1987 e il 1991) considerata tra le migliori di tutti i tempi, poi allenatore della nazionale vice-campione del mondo.


Asc-Salvini.jpg?fit=1200%2C675&ssl=1

Giugno 16, 2020 Testimonial

Anche nell’agenda a dir poco fittissima di un personaggio politico come Matteo Salvini si può ricavare un piccolo spazio da dedicare alla prevenzione e alla salute. Il leader della Lega, infatti, incontrando a Castelli Calepio (Bergamo) alcuni dei principali imprenditori della provincia, particolarmente colpita dalla pandemia, ha approfittato per toccare con mano la realtà del Centro ASC.


SOFIAGOGGIA©ph.PaoloBiava-5107-e1576767999737.jpg?fit=1200%2C675&ssl=1

Dicembre 20, 2019 Testimonial

«Il benessere psicofisico sta alla base di tutti i traguardi». E come si fa a non essere d’accordo con quest’affermazione? Del resto, proviene da una voce che se ne intende eccome, di traguardi. È infatti quella di Sofia Goggia, l’olimpionica bergamasca che in questi giorni sta galvanizzando le cronache sportive per le sue brillanti performance sulle piste innevate (addirittura sciando con un solo bastoncino a otto porte dall’arrivo nel SuperG femminile a Saint Moritz, avendo perso l’altro in una curva dopo un salto).