IN UN LIBRO LA STORIA DI ASC ITALIA


La scatola magica contro il cancro (Mind Edizioni), scritto dal dottor Giuseppe Petralia, racconta la storia scientifica dello sviluppo della Diffusion Whole Body

Nei film e nei romanzi di fantascienza i pazienti vengono affidati alle cure di una macchina scanner, capace in pochi minuti di elaborare una diagnosi completa. La Diffusion Whole Body, battezzata “la scatola magica” da Umberto Veronesi, si avvicina molto a questa avveniristica ipotesi. Novità editoriale assoluta, il libro racconta per la prima volta la nascita e gli obiettivi di un esame che vanta un passato di due secoli di appassionante storia della scienza e un futuro sorprendente. Sviluppata in pochi centri al mondo, tra questi l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano, la DWB è una tecnica di risonanza magnetica per la diagnosi precoce in grado di creare una unica immagine dell’intero corpo senza utilizzare radiazioni né mezzi di contrasto.
Si tratta di un rivoluzionario progresso che mira ad anticipare le mosse della malattia, a sostegno delle terapie disponibili, ma anche della prevenzione oncologica per le persone sane.

“Nella lotta al cancro è come navigare di notte, quando la visibilità è poca e bisogna affidarsi alla strumentazione. Lo screening basato su un nuovo esame di risonanza magnetica, la Diffusion Whole Body, potrebbe diventare il radar che ci guiderà nella regata contro i tumori”.

Umberto Veronesi

Il libro è anche un’occasione per fare il punto su tutte le strade utili per la prevenzione oncologica in generale e per la diagnosi precoce in particolare, che cogliendo i tumori sul nascere resta davvero l’arma vincente nella lotta contro il cancro.
Il libro ha conosciuto anche una diffusione internazionale: nel 2018 è stato tradotto in inglese e nel 2019 la casa editrice Editura Seneca lo ha pubblicato in Romania.


GLI AUTORI

Giuseppe Petralia è medico dal 2001. Si specializza in Radiodiagnostica con una tesi sull’imaging dell’angiogenesi nei tumori, dopo un periodo di ricerca presso il Massachusetts General Hospital di Boston (USA). Dal 2005 lavora presso l’Istituto Europeo di Oncologia (IEO) di Milano, dove ha introdotto la Diffusion Whole Body nel 2009. Oggi è ricercatore presso l’Università degli Studi di Milano e vicedirettore della Divisione di Radiodiagnostica allo IEO. È fellow dell’International Cancer Imaging Society (ICIS) e consigliere (e socio fondatore) dell’Associazione Italiana di Risonanza Magnetica in
Medicina (AIRMM). È autore di 50 articoli su riviste scientifiche di rilevanza mondiale e relatore in numerosi congressi internazionali, in molti dei quali svolge corsi di formazione sulle applicazioni più innovative della RM nei pazienti oncologici.

Riccardo Renzi e Edoardo Rosati sono giornalisti medico-scientifici. Insieme hanno lavorato alla realizzazione (nel 1989) del Corriere Salute, l’inserto di medicina del Corriere della Sera. A quattro mani hanno firmato il best seller Fa bene Fa male (Sperling & Kupfer).