Diagnosi precoce del cancro: come funziona la Diffusion Whole Body

Aprile 29, 2019
Immagine-Copertina.jpg?fit=1098%2C729&ssl=1

Il Dott. Giuseppe Petralia, spiega cos’è l’esame Diffusion Whole Body.

La Diffusion Whole Body è un esame in grado di scovare tumori anche piccolissimi che si basa su un fenomeno fisico semplice, descritto da Einstein nel 1905: la diffusione delle molecole di acqua. Quando sono “intrappolate” in un tessuto ipercellulare (come ad esempio nei tumori), le molecole di acqua presenti naturalmente nel corpo umano hanno una diffusione ristretta e risultano “brillanti” in immagini di risonanza magnetica particolari, cioè messe a punto proprio per rilevare la diffusione delle molecole di acqua. Questo fa sì che i tumori si vedano nettamente più brillanti rispetto ai tessuti sani circostanti e permette, pertanto, di rilevare tumori di piccole dimensioni, fino a 3-4 millimetri.

La DWB è un esame di risonanza magnetica, capace cioè di “leggere” in un sol colpo l’intero corpo, per questo la parola “Whole Body”. È l’evoluzione di un’apparecchiatura normalmente in commercio, che è stata “specializzata” per la rilevazione dei tumori, grazie a studi e nuove configurazioni, hardware e software, che ne hanno migliorato le prestazioni, sia da un punto di vista clinico, sia per ridurre il tempo dell’esame che all’inizio era molto lungo e che ora può durare circa 30 minuti. Un esame, non solo innovativo, ma anche “veloce e confortevole per il paziente” spiega il Dott. Petralia.

Per maggiori informazioni riguardo la Diffusion Whole Body ed il nostro centro, contattaci qui.