Il Centro ASC è aperto, prenota il tuo esame Diffusion Whole Body per la diagnosi precoce.

La RM è un grande magnete all’interno del quale è posizionato il paziente. Tramite impulsi a radiofrequenza, gli atomi di idrogeno sono portati alla “frequenza di risonanza”. In questo modo, la macchina RM rileva il segnale emesso dagli atomi di idrogeno (quindi prevalentemente dall’acqua e dal grasso). Il segnale è trasformato tramite computer in immagini anatomiche e funzionali del corpo umano.

Tutto questo avviene senza l’esposizione del paziente ad alcun tipo di radiazioni. La RM è utilizzata routinariamente su pazienti da più di 30 anni, con il vantaggio di avere immagini anatomiche dettagliate senza esposizioni a radiazioni. Da circa 30 anni, sappiamo che con la RM è possibile studiare la diffusione microscopica delle molecole di acqua nel corpo umano (tecnica RM Diffusion) e ricavarne informazioni clinicamente utili [1]. La prima applicazione clinica della RM Diffusion è stata in neurologia e da circa 10 anni è applicata in oncologia [2].

Grazie al progresso tecnologico, da alcuni anni è possibile acquisire con tecnica RM Diffusion immagini dell’intero corpo umano, in breve tempo (Diffusion Whole Body = DWB) [3]. Nel corso degli anni l’esecuzione della DWB e la sua interpretazione è stata standardizzata nei principali centri di ricerca [4] e progressivamente resa disponibile per i pazienti oncologici [5].

Numerose pubblicazioni scientifiche documentano un’accuratezza diagnostica della DWB paragonabile a quella di altre tecniche di imaging whole body più vecchie, ovvero che utilizzano radiazioni e mezzo di contrasto, come la Tomografia ad Emissione di Positroni (PET) e la Tomografia Computerizzata (TC) [6-7].

 

  1. Le Bihan D, Breton E, Lallemand D, Grenier P, Cabanis E, Laval-Jeantet M. MR imaging of intravoxel incoherent motions: application to diffusion and perfusion in neurologic disorders. 1986 Nov;161(2):401-7.
  2. Padhani AR, Liu G, Koh DM, Chenevert TL, Thoeny HC, Takahara T, Dzik-Jurasz A, Ross BD, Van Cauteren M, Collins D, Hammoud DA, Rustin GJ, Taouli B, Choyke PL. Diffusion-weighted magnetic resonance imaging as a cancer biomarker: consensus and recommendations. 2009 Feb;11(2):102-25.
  3. Kwee TC, Takahara T, Ochiai R, Katahira K, Van Cauteren M, Imai Y, Nievelstein RA, Luijten PR. Whole-body diffusion-weighted magnetic resonance imaging. Eur J Radiol. 2009 Jun;70(3):409-17. doi: 10.1016/j.ejrad.2009.03.054
  4. Koh DM, Blackledge M, Padhani AR, Takahara T, Kwee TC, Leach MO, Collins DJ. Whole-body diffusion-weighted MRI: tips, tricks, and pitfalls. AJR Am J Roentgenol. 2012 Aug;199(2):252-62. doi: 10.2214/AJR.11.7866.
  5. Petralia G, Padhani A, Summers P, Alessi S, Raimondi S, Testori A, Bellomi M. Whole-body diffusion-weighted imaging: is it all we need for detecting metastases in melanoma patients? Eur Radiol. 2013 Dec;23(12):3466-76. doi: 10.1007/s00330-013-2968-x.
  6. Yang HL, Liu T, Wang XM, Xu Y, Deng SM. Diagnosis of bone metastases: a meta-analysis comparing 18FDG PET, CT, MRI and bone scintigraphy. Eur Radiol. 2011; 21:2604-17
  7. Li B, Li Q, Nie W, Liu S. Diagnostic value of whole-body diffusion-weighted magnetic resonance imaging for detection of primary and metastatic malignancies: A meta-analysis. Eur J Radiol. 2014; 83:338-44.