Evento_Monaco_ASC_Italia.jpg?fit=1200%2C643

Ottobre 16, 2018 Dicono di noi

Anche il Principato di Monaco si è mobilitato questo mese in favore della prevenzione del tumore al seno, illuminando lo scorso venerdì 5 ottobre il Palazzo e molte sedi istituzionali di rosa. Tra un paio di settimane, ossia il prossimo 22 ottobre al CREM di Monaco è organizzata la presentazione del libro, in inglese, del prof. Petralia e curata da Riccardo Renzi e Edoardo Rosati, intitolato “The Magic Box against cancer, and all the other ways to prevent it”.


23657643_6095655150353_6572787447493558272_n.png?fit=524%2C275

Agosto 30, 2018 Dicono di noi

Di seguito un estratto dell'articolo pubblicato sulla rivista Elle (Italy) di Agosto 2018. Per i sani la migliore prevenzione dei tumori sono lo stile di vita corretto e i test di screening della mammella, dell’utero e del colon. Esiste però anche l’esame diagnostico DWB (Diffusion Whole Body) che permette di scrutare l’intero corpo, senza utilizzare raggi o mezzi di contrasto, e di scoprire precocemente la maggior parte dei tumori solidi non indagati con gli screening tradizionali.


letture-libri.jpg?fit=1200%2C399

Luglio 30, 2018 Dicono di noi

Dottor Petralia, Lei è autore con Riccardo Renzi e Edoardo Rosati del libro La scatola magica contro il cancro e tutte le altre strade per prevenirlo edito da Mind: è possibile prevenire il cancro? Certamente. Due sono le strade. C’è la prevenzione primaria. È il complesso delle strategie che punta a minimizzare l’esposizione a quegli agenti riconosciuti o sospettati di essere nocivi nell’uomo. Per esempio: visto il ruolo assodato del fumo di tabacco nel carcinoma polmonare, il provvedimento di prevenzione primaria più efficace è la pura e semplice rinuncia alla sigaretta.


DSC_4914.jpg?fit=1200%2C798

Luglio 30, 2018 Dicono di noi

ASC è l’acronimo di Advanced Screening Centers, ed è anche il nome del centro aperto a Castelli Calepio, in provincia di Bergamo, nel gennaio 2017. Ma di cosa si tratta? Di un centro diagnostico nel quale è possibile effettuare l’esame Diffusion Whole Body, che in un’unica seduta della durata di poco più di mezzora, permette, senza radiazioni o mezzi di contrasto, di effettuare un esame completo del corpo, individuando tumori anche di 3-4 millimetri. Stiamo parlando di una tecnica diagnostica, che utilizza la Risonanza magnetica, definita da il professor Umberto Veronesi la scatola magica, proprio per la capacità di identificare piccolissime neoplasie in un unico esame che non prevedesse preparazioni, e soprattutto che non fosse minimamente invasivo.