Valerio Staffelli tra gli amici di ASC Italia

novembre 22, 2018
News_Staffelli_ASCITALIA-3843-2.jpg?fit=1200%2C800

Perché la prevenzione, secondo Valerio Staffelli è l’arma vincente.

È il volto storico e iconico di Striscia la notizia. Quello che sbuca dall’angolo della strada quando meno te lo aspetti per “punire” con sarcastico garbo (e l’immancabile Tapiro sottobraccio) marachelle, figuracce e ingiustizie che si consumano quotidianamente nel Belpaese. Giornate, insomma, a dir poco intense, quelle di Valerio Staffelli, 55 anni, super inviato del programma di Antonio Ricci e “informatore pubblico” perennemente in difesa dei cittadini.

Domanda: ma con questi “palinsesti” giornalieri così tosti, il Valerio nazionale trova anche tempo e spazio per difendere… la propria salute? «Ho sempre rivolto grande attenzione al benessere psicofisico personale: del resto, senza di quello, resterei bellamente al palo!», ci dice Staffelli. Per Valerio, per esempio, il movimento fisico è un farmaco cruciale. «Il mio medico dice che attraverso il moto riesco a tenere a bada parecchie cosucce, dal colesterolo alla pressione arteriosa. Anche se per nove mesi l’anno sono parte di un meccanismo  – i miei servizi giornalistici per Striscia – che non mi consente di allenarmi come vorrei, riesco comunque a sciare, andare in bici, nuotare… Cerco il più possibile di assicurare al mio corpo una certa dose di benefica attività fisica».

Anche sul fronte dell’alimentazione, Valerio ha le idee chiarissime. «Mi limito con la carne (una volta al mese), mi tengo a debita distanza dai troppi zuccheri e poi adoro la verdura, la frutta fresca di stagione e la pasta integrale. Ma ciò che mi preme soprattutto è non fissarmi con certi cibi. Diciamo che cerco di variare le scelte a tavola. Perché ho capito che le abitudini – pure alimentari – a volte possono uccidere!».

Negli ultimi 20 anni, ci rivela, ha preso l’abitudine di sottoporsi annualmente a un check-up approfondito. Un’ammirevole cultura della prevenzione che ha finito per condurre il beniamino della tv nostrana a scoprire la DWB, l’innovativo esame basato su una risonanza magnetica evoluta, che il Centro ASC Italia propone alla popolazione sana per la diagnosi precocissima dei tumori. «Sono giunto a conoscenza di quest’opportunità e l’ho abbracciata con profonda convinzione. Perché c’è poco da fare: chapeau alle preziose terapie oggi disponibili, ma per battere veramente il cancro bisogna giocare d’anticipo».

Parla a ragion veduta e sofferta, Valerio Staffelli. «Questa malattia s’è portato via mio fratello Alessandro, nel 2017. Se n’è andato a 51 anni. Troppo giovane per “scappare” da qui. Ma la bestia di cui stiamo parlando non guarda in faccia a nessuno e non c’è età che venga risparmiata. Ecco, allora, perché io dico: la prevenzione è davvero l’arma vincente. Insomma, continuerò più che mai con i miei periodici check-up ma da adesso in poi li integrerò con questa preziosa risonanza magnetica».

Perché, si sa, l’unione fa la forza.

Valerio Staffelli

Per maggiori informazioni riguardo la Diffusion Whole Body ed il nostro centro, contattateci.