Aska News – Cancro al seno, prof. Petralia parla di prevenzione a Montecarlo

ottobre 24, 2018
Evento-Monaco.jpg?fit=1200%2C792

[Articolo estrapolato da Aska News, una delle principali agenzie italiane di news]

Nell’ambito delle varie iniziative organizzate in occasione dell’ottobre rosa, mese dedicato alla lotta contro il cancro al seno, il gruppo ASC Italia sceglie il Principato di Monaco per presentare, con il Patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Monaco, l’edizione inglese del libro “La scatola magica contro il cancro e tutte le altre strade per prevenirlo”.

Organizzato al CREM (Club des Résidents Etrangers de Monaco), lo scorso 22 ottobre, l’incontro-dibattito promosso da ASC Italia (Advanced Screening Centers) di Castelli Calepio (BG) per presentare in anteprima a Monaco ed in Francia la pubblicazione dell’edizione inglese del libro “La scatola magica contro il cancro e tutte le altre strade per prevenirlo” (Edizioni Mind, 2018), scritto dal Dott. Giuseppe Petralia, vice direttore di Radiologia all’Istituto Oncologico Europeo (IEO) e ricercatore all’Università di Milano, in collaborazione con i giornalisti medico-scientifici Riccardo Renzi e Edoardo Rosati.

Dopo l’introduzione, necessaria per chiarire la ragione del titolo del libro ‘Scatola magica’, omaggio alla definizione data dal prof. Umberto Veronesi a questa innovativa metodologia diagnostica nel 2010, è stato fatto cenno all’evoluzione della classica risonanza magnetica e si è parlato degli impieghi e delle applicazioni a cui il Prof. Giuseppe Petralia lavora da quasi 10 anni. “Tra gli esami suggeriti per seguire i pazienti colpiti dal cancro, in particolare per rintracciare metastasi, ricorriamo ad un esame chiamato Diffusion Whole Body (DWB), dal 2009 in uso dall’IEO di Milano e da due ospedali londinesi. Ma fino a poco tempo fa utilizzare questa diagnostica per persone asintomatiche era impensabile, pur sapendo che più un tumore è piccolo, maggiori sono le probabilità di guarigione. Ed inferiore è il rischio di effetti secondari provocati dalle terapie. In tal senso – prosegue Petralia – il lavoro svolto all’IEO di Milano mi ha permesso di sviluppare, in collaborazione con altri centri europei, questo nuovo metodo d’indagine per individuare l’eventuale presenza di tumori fin dai primi stadi di sviluppo nel corpo di soggetti asintomatici. Nel libro parlo proprio di questo e di come la diagnostica fornita dalla risonanza magnetica in tutto il corpo, il DWB integrato da metodi e tecnologie d’avanguardia, sia diventato per l’ASC Italia uno strumento di diagnosi precoce innovativa, costituendo così un’ulteriore opportunità per prevenire il cancro, senza sostituire però le analisi tradizionali (come la mammografia o lo screening per il cancro del colon retto)”.

Al termine della presentazione monegasca, a cui è seguito un interessante dibattito che ha coinvolto il pubblico in sala, il comitato direttivo di ASC Italia ha deciso di lasciare il suo contributo devolvendo l’intero ricavato della vendita del libro “THE MAGIC BOX against cancer and all the other ways to prevent it” (acquistabile per tutto il mese di ottobre presso il CREM) all’associazione monegasca ‘Monaco Liver Disorder’, che dal 2014 sostiene la ricerca medica per combattere le gravi patologie al fegato che colpiscono i bambini.

 

Testata Online: Aska News – FRANCIA

Autore: Redazione

Link: Clicca qui